Blog

LA  MANUALITA’

Tavola, mattarello, ingredienti e le nostre MANI…

Fare la pasta a mano è un lavoro  artigianale che impegna corpo e mente, rilassa, coinvolge tutti i sensi , aiuta ad esprimere la propria creatività.

E’ uno stimolo per il nostro cervello a produrre endorfina e seratonina sostanze del buonumore. E non da meno,  un buon modo per acquisire consapevolezza  sull’importanza della scelta degli ingredienti.

Se un tempo questo lavoro era ritenuto “scontato” perchè  essenziale per la sussistenza della famiglia, oggi con l’avvento delle nuove tecnologie e del consumo di massa, il “saper fare a mano” è capacità sempre più rara e di nicchia, spesso dettata più dalla passione che dalla necessità.

Per chi fin da piccolo è stato abituto ad impastare e a stendere  la pasta dietro le indicazioni della mamma o della nonna,  appare  più sciolto e veloce  nelle lavorazioni, sensibile a capire il giusto grado di umidità, spessore, tipo di taglio…e magari capace a fare una sfoglia perfettamente tonda.

Per chi invece si avvicina “da grande” a questa lavorazione,   il detto “guarda ed impara” della  nonna purtroppo non è sufficiente. Avrà bisogno  di nozioni chiare e precise sul perchè bisogna lavorare in una certa maniera.

Per far ricordare la manualità acquisita a lezione, è molto utile “nominare” le tecniche delle lavorazioni ed è questa la caratteristica dei corsi che tengo.

Per rendere più efficace l’insegnamento in modo che gli allievi  riescano a rifare la pasta  da soli a casa, spiego,  prima di tutto  la motivazione di ogni lavorazione, poi do i  nomi alle tecniche per la memorizzazione, dopodichè si pratica  molto fino a che  non acquisiscono la corretta manualità.

SGROSSATURA, CERCHI E RULLI,  sono i nomi che hanno memorizzato molto bene i miei allievi.

Il mio lavoro lo paragono un pò ad insegnare a qualcuno ad andare in bicicletta che una volta appresa la tecnica non si scorderà più .

Ma  l’ingrediente segreto per una buona lezione rimane sempre il saper trasmettere ed entrare in empatia con le persone.